lunedì 30 dicembre 2019

Best in the Moors 2019 Edition: 1° posto

Ciao a tutti! :D

Siamo arrivati anche quest'anno alla fine della classifica Best in the Moors! Ho finito un giorno prima degli altri anni (devo aver calcolato male i tempi, ma farò finta di averlo fatto apposta e domani mi presenterò anche un libro jolly, ultimato in questi giorni, che non può assolutamente mancare in classifica xD)

Il podio di libro migliore del 2019 va a ….(rullo di tamburi)…

"Nascita e morte della massaia", di Paola Masino!


Ho scoperto questo libro praticamente per caso, quando in libreria a novembre ho visto questa magnetica copertina (che raffigura la stessa autrice del libro) *_*
La storia di questo romanzo è molto controversa: avrebbe dovuto essere pubblicato nel 1939, ma il regime fascista disapprovò l'immagine di donna presente tra le pagine e diede l'ok alla pubblicazione soltanto a seguito della rimozione di tutti i riferimenti all'Italia. Tuttavia durante la Seconda guerra mondiale una bomba colpì la tipografia che stava mandando in stampa il volume, che pertanto vide la luce soltanto nel 1945, dopo che Paola Masino lo ebbe rielaborato e parzialmente restituito alla sua forma pre-censura. Il risultato è un romanzo a dir poco singolare, in cui i riferimenti all'Italia di quegli anni non sono palesi ma comunque sfacciatamente presenti ^^

Si tratta della storia di una donna senza nome, che seguiamo (come il titolo fa intuire) dall'inizio alla fine della sua vita. Detto così sembra di una banalità sconcertante, e invece nulla potrebbe essere più lontano di questo romanzo dal banale o dall'ordinario: infatti la donna in questione trascorre la propria infanzia stesa in un baule e coperta di ragnatele, nutrendosi di croste di pane in compagnia dei ragni! xD Come avrete capito l'intero tono della storia è surreale, intenso e metaforico. Si alternano diversi registri linguistici: da quello tragico, a quello divertente, a quello romantico...ci sono perfino dei pezzi scritti sotto forma di opera teatrale, nonché numerose riflessioni spirituali e filosofiche di rara intensità.
Paola Masino imbastisce una critica feroce al ruolo imposto alle donne della sua epoca, e lo fa con un'inventiva davvero fuori dal comune e una vena quasi "fantasy", tutti davvero insoliti per una scrittrice italiana (soprattutto in quegli anni!).
Il romanzo non fu molto capito e apprezzato all'epoca e spero sinceramente che possa ricevere oggi (in un'epoca che, forse più di quella del secondo dopoguerra, può comprenderne lo spirito) la comprensione e il plauso che merita <3 

Spero di avervi fornito qualche spunto interessante per le vostre letture del 2020! ^^ 
Colgo l'occasione per augurarvi un nuovo anno ricco di belle avventure, librose e non! Auguri <3

domenica 29 dicembre 2019

The Best in the Moors 2019 Edition - 2° posto

Ciao a tutti :D

Eccoci arrivati ad assegnare la medaglia d'argento delle migliori letture del 2019 (come vola il tempo :O)
Ovviamente in una classifica "Best of" non poteva mancare l'unico romanzo bronteano che ancora mancava scandalosamente all'appello tra le mie letture, e non meraviglia che sia situato molto in alto: si tratta di "La signora di Wildfell Hall", di Anne Bronte ^^


Non avevo ancora letto questo romanzo innanzitutto perché è stato a lungo assente sugli scaffali italiani, e ci è tornato di nuovo soltanto nel 2014 grazie all'edizione Neri Pozza, quella in mio possesso. Lo comprai appena uscito e ne lessi subito i primi capitoli, ma per qualche motivo inspiegabile non mi prese e tornai a riporlo sullo scaffale, in attesa di tempi migliori. E questi tempi sono finalmente giunti nel 2019, quando l'ho ripreso, divorato e amato  *_*
Due storie e due voci si intrecciano nella narrazione: dapprima quella di un ragazzo di campagna che si ritrova suo malgrado attratto dalla misteriosa vedova che ha affittato Wildfell Hall, una delle proprietà del paese; in seguito la voce della stessa donna, che racconta il suo passato sotto forma di diario.
Non mi dilungherò sulla trama, non solo per non rovinarvi la sorpresa ma anche perché il romanzo, seppur tra i meno noti delle Sorelle, è stato ampiamente commentato e sviscerato da penne più autorevoli della mia. 
Considerato inopportuno e non in linea con il carattere di Anne perfino dalla stessa Charlotte Bronte, è un romanzo che risulta ancora oggi (in cui più nulla, o quasi, sembra in grado di scandalizzarci) di particolare crudezza realistica...in particolare in alcune descrizioni di un personaggio che, com'è risaputo, doveva rappresentare un ritratto abbastanza fedele del povero Branwell Bronte, fratello delle scrittrici. 
Se non lo avete ancora letto vi consiglio caldamente di recuperarlo: Anne non era affatto la meno talentuosa delle sorelle... era soltanto, a mio parere, la più moderna, socialmente impegnata e incompresa ^^


venerdì 27 dicembre 2019

The Best in the Moors 2019 Edition - 4° posto


Ciao a tutti! ^^

Siamo ormai vicini al podio delle migliori letture del 2019! Il quarto posto è occupato da "Le sorelle Field" di Dorothy Whipple, pubblicato proprio quest'anno da Astoria! :D




Tre sorelle, tre caratteri diversi, tre matrimoni e tre destini diversi: Lucy, moglie felice che non ha avuto figli pur avendoli voluti, vive in campagna e ha una vita serena; Charlotte ha avuto ciò che Lucy avrebbe voluto, cioè dei figli, ma ha sposato un tiranno e vive nella paura fino a diventare l'ombra di sé stessa; Vera è bella, ricca, e ha ciò che manca alle altre due, ovvero un marito devoto e due figlie: ma non è comunque felice, in quanto non ama nessuno...
Dorothy Whipple ci fa entrare nella vita di queste tre donne e in quella dei loro figli, ed è impossibile non affezionarsi un po' a ciascuna di loro e identificarcisi, in quanto credo incarnino alcuni specifici archetipi umani. I due poli estremi (Vera, la persona devota solo a sé stessa, e Charlotte, quella che annulla sé stessa perché troppo devota solo agli altri) sono stemperati nel terzo polo, quello di Lucy, che pur tra fatiche e difficoltà prova a mantenere un equilibrio nella sua vita e in quella delle sorelle. 
Assolutamente consigliato se amate i romanzi familiari (io in particolare ho un debole per le storie che hanno per protagoniste delle sorelle, forse perché non ne ho nessuna ed è un legame che mi affascina *_*) e le storie in cui succede poco, ma è un poco che dice molto xD 

giovedì 26 dicembre 2019

Best in the Moors 2019 edition: 5° posto

"Figlie di una nuova era" e "è tempo di ricominciare", di Carmen Korn





Stavolta baro perché al quinto posto ci sono due libri..ma fanno parte di un'unica saga, quindi spero mi perdonerete! XD
Siamo nella Germania degli anni '20, la disastrosa Prima Guerra Mondiale è finita da poco e gli abitanti della città di Amburgo provano pian piano a tornare alla normalità...salvo poi scivolare, lentamente ma inesorabilmente, verso un nuovo baratro peggiore del precedente. 
Romanzo corale da cui non mi aspettavo molto e che forse proprio per questo mi ha piacevolmente sorpresa, Figlie di una nuova era è il primo volume di una trilogia portata per la prima volta in Italia da Fazi (il secondo volume, "è tempo di ricominciare", è già in libreria, mentre dovremo aspettare febbraio 2020 per il terzo). Segue le vicende di una moltitudine di personaggi, che tuttavia ruotano fondamentalmente intorno a un gruppo di donne molto diverse tra loro: le ostetriche Henny e Kathe, la ricca e infelice Ida, l'anticonformista Lina. Mentre, per ovvi motivi, abbondano i libri che illustrano la Seconda Guerra Mondiale dal punto di vista di Ebrei e Alleati, è ancora molto raro un bel romanzo che ci mostri la Germania di quegli anni: soprattutto dall'interno, dal punto di vista della gente comune. Be', questo è quel libro. Abbastanza inquietante per alcune (sottili) analogie con i nostri tempi, e assolutamente da leggere.

mercoledì 25 dicembre 2019

Best in the Moors 2019 edition: 6° posto

Lezioni di Letteratura", di Vladimir Nabokov




Questo libro è davvero immenso e indescrivibile. Vladimir Nabokov ci fa curiosare tra i suoi appunti delle lezioni di Letteratura che teneva all'università, parlandoci in modo approfondito ma mai pesante o noioso dei grandi Classici Mansfield Park di Jane Austen, Casa desolata di Dickens, La metamorfosi di Kafka, Il dottor Jackyll e Mr. Hyde di Stevenson, La Recherche di Proust, L'Ulisse di Joyce. Se non avete ancora letto qualcuno di questi libri ovviamente vi consiglio di saltare le parti loro dedicate, perché l'analisi di ogni romanzo è minuziosa e di conseguenza "spoilerosa"...(infatti io ho dovuto mio malgrado saltare le parti dedicate a Proust e Joyce). Ma ritrovare qui i titoli che avete già letto sarà un piacere immenso *_*
Non conosco ancora il Nabokov narratore (recupererò la lacuna!), ma se queste sono le premesse direi che ha tutti i numeri per diventare uno dei miei autori preferiti! *_* 

Buon Natale a tutti voi <3

domenica 22 dicembre 2019

Best in the Moors 2019 edition: 9° posto



"Lunedì o Martedì", di Virginia Woolf




C'è forse una qualsiasi sfumatura dell'animo umano che Virginia Woolf non abbia minuziosamente scandagliato con il suo sguardo mobile e penetrante? Io non credo! Questi racconti sono vere e proprie gemme, e alcuni presentano in nuce i futuri capolavori dell'autrice (in particolare Mrs. Dalloway). Quando mi perdo tra mille libri, Virginia è il mio porto sicuro <3
Questa raccolta è stata pubblicata dalla casa editrice Bompiani.

martedì 17 dicembre 2019

Cosa regalare (o regalarsi) a Natale?

Ciao a tutti! :D

Tra una settimana è Natale, avete già comprato tutti i regali? No, eh? xD 
Lo sapevo: anche molti di voi come me, come al solito si ridurranno all'ultimo secondo disponibile, e siccome quando manca il tempo una guida all'acquisto fa sempre comodo, ho pensato di raggruppare in questo post della rubrica SOS Librereccio un po' di libri particolari che mi sono capitati sotto gli occhi nell'ultimo periodo e che secondo me costituiscono ottime idee regalo...perché, pur essendo (nella maggior parte dei casi) libri abbastanza noti, il fatto che siano edizioni particolari e un po' più costose della media riduce il "rischio doppione" e li rende a mio parere regali graditissimi <3 

"Flush biografia di un cane" di Virginia Woolf, edizione illustrata Feltrinelli


Flush è una di quelle opere che sul mio blog, andando a spulciare, troverete citata un migliaio di volte xD In primo luogo, perchè Virginia Woolf è una delle mie autrici preferite e va letta assolutamente, ma un approccio soft come Flush può evitare a un neofita di scappare via a gambe levate incappando magari con ingenuità in opere più mature e ostiche della scrittrice. In secondo luogo, Flush parla di Elizabeth Barrett Browning, una poetessa che adoro (non a caso le ho dedicato una piccola biografia). 
Vi consiglio in particolare quest'edizione perché è illustrata e assurdamente deliziosa, e sarà sicuramente gradita sia da chi non dovesse conoscerla sia da chi magari l'ha già letta in una delle edizioni piccini e a volte scarsamente reperibili che circolavano fino a qualche anno fa.
Prezzo: 19 euro

Memorie dal sottosuolo di Dostoevskij, edizione illustrata Mondadori



Anche Dostoevskij, come Virginia Woolf, in alcuni casi necessita di un approccio soft (anche se ci sono eccezioni: io per esempio ho iniziato col botto, con I fratelli Karamazov, e non mi ci sono più staccata!). Consiglio quindi la versione illustrata di Memorie dal sottosuolo, un romanzo breve ma intenso dell'autore: per chi non lo avesse mai letto rappresenterà un'ottima introduzione ai temi più cari a questo scrittore unico e geniale, mentre per chi avesse anche già l'opera omnia sarà un pezzo importante da aggiungere alla collezione <3 
Prezzo: 22 euro


Un qualsiasi classico illustrato della collana Bur Deluxe


Qui c'è davvero da sbizzarrirsi! Questa collana infatti si arricchisce ogni anno di nuovi titoli, e tra questi è impossibile non trovare qualcosa che vi ispiri. Io pur avendoli già in altre edizioni ho acquistato Jane Eyre, Cime tempestose, Orgoglio e pregiudizio e Alice nel paese delle meraviglie (che è anche un'edizione annotata, in sovrappiù), ma non escludo di ampliare presto la mia collezione *_* Soprattutto perché hanno appena pubblicato Notre Dame de Paris di Victor Hugo, un altro dei miei romanzi preferiti, con illustrazioni d'epoca...la bellezza <3 


Poi a prezzo pieno costano sui 16/18 euro, e in un'epoca di classici pubblicati a più di 20 euro senza nessuno motivo particolare direi che sono perle rare. 
Li trovate tutti qui.









I classici illustrati da Minalima di L'Ippocampo



Anche qui c'è l'imbarazzo della scelta (anche se in misura minore, perchè non tutti i titoli sono già stati tradotti in italiano. Questa collana è una meraviglia agli occhi e al tatto. Infatti oltre ad essere magnificamente illustrati dallo studio Minalima (curatore grafico di tutto il modo visivo di Harry Potter), i titoli sono anche interattivi: le pagine all'interno infatti possono essere aperte, piegate, staccate ecc...per un'immersione tridimensionale nella storia. Per ora sono disponibili in italiano Il giardino segreto di Frances Burnett (l'unico che ho comprato finora, vista la mia passione per Burnett, di cui ho scritto un'altra piccola biografia xD), Il libro della giungla di Kipling e Alice nel paese delle meraviglie di Carroll. 
Non pensate che siano libri solo per ragazzi, eh...anzi! Secondo me sono principalmente pregiate edizioni per collezionisti (e il prezzo lo conferma xD), ma ovviamente nulla vi vieta di regalarli anche ai più giovani, per avvicinarli alla lettura in modo creativo.
Prezzo: 29,90 euro
Li trovate qui

I classici illustrati della Collana Draghi di Mondadori




Anche qui non c'è che da scegliere il proprio autore preferito, visto che la gamma di libri illustrati si sta ampliando a vista d'occhio! *_* Anche queste sono belle edizioni, anche se forse un po' più scomode e meno graficamente nelle mie corde rispetto ai libri illustrati delle altre due collane che vi ho citato. Vi presento in particolare i due che mi hanno colpita di più e che mi piacerebbe avere nella mia libreria, ovvero Dracula di Bram Stoker e Piccole Donne di Louisa May Alcott! *_*
Il primo è arricchito anche da altri scritti di Stoker, il secondo contiene tutti e quattro i libri della serie (prerogativa che finora era vantata solo dall'edizione Einaudi) e dunque è assolutamente da non perdere nel caso vi mancassero all'appello Piccoli Uomini e I ragazzi di Jo. Infatti questi ultimi due libri, con buona pace dei registi che ogni anno continuano a propinarci una nuova versione di Piccole donne, sono i migliori usciti dalla penna dell'autrice...date loro una possibilità :D 
Prezzo Dracula: 25 euro
Prezzo Piccole Donne: 28 euro
Li trovate tutti qui.

Spero di avervi fornito qualche spunto utile (io, neanche a dirlo, li vorrei tutti questi libri xDD) Fatemi sapere se ne avete preso/ne prenderete qualcuno :D 

A presto :*