sabato 1 settembre 2018

"Jane di Lantern Hill", di Lucy Maud Montgomery

Ciao a tutti! :D

So che le mie recensioni arrivano ormai con il contagocce ma portate pazienza, quest'anno è stato burrascoso e le letture e il blog ne hanno un po' risentito, ma mi rimetterò in carreggiata! :DD
Non c'è modo migliore, per salutare le vacanze estive del 2018, che recensire un libro che parla, appunto, di una magica vacanza che cambia per sempre la vita di una ragazzina: il libro in questione è Jane di Lantern Hill, una delle ultime perle di Lucy Maud Montgomery tradotte in italiano! <3 


Pubblicato per la prima volta in italiano dalla casa editrice Jo March (che l'ha scelto per inaugurare "Plumfield", una nuova collana dedicata ai lettori più giovani), e impreziosito dall'impeccabile traduzione di Elisabetta Parri, Jane di Lantern Hill fa parte appunto della produzione di Lucy Maud Montgomery dedicata ai ragazzi, ma come ogni libro per ragazzi che si rispetti è godibilissimo anche per gli adulti. 
La protagonista, Jane Victoria, è una bambina che non ha una vita facile: non ha mai conosciuto suo padre, che crede morto, e la sua vivacità è continuamente frenata dall'ambiente ostile e rigido in cui vive a causa della nonna, che non fa mancare nulla a lei e a sua madre ma ama solo quest'ultima. 
Poi un giorno, la sorpresa: suo padre è ancora vivo e desidera che Jane vada a trascorrere le vacanze da lui sull'Isola del Principe Edoardo. Per Jane separarsi dalla madre e recarsi in un luogo sconosciuto da un padre di cui neppure sospettava l'esistenza non è facile...ma quella vacanza cambierà per sempre la sua vita.
Un romanzo davvero piacevole! Lo sfondo lussureggiante dell'isola del Principe Edoardo, che i lettori di Lucy Maud Montgomery già conoscono e amano avendola vista attraverso gli occhi di Anne Shirley, è un vero e proprio co-protagonista delle vicende. E che dire del padre di Jane? Credo sia lui il vero protagonista: è un personaggio davvero originale e ben riuscito, e certi suoi discorsi sono di un lirismo incantevole e di una disarmante attualità:
"Lo stolto dà sfogo a tutto il suo malanimo" (Proverbi 29,11). I Proverbi sono più duri con gli stolti che con chiunque altro, Jane...e a ragione. Tutti i problemi del mondo derivano dagli stolti, non dai malvagi".
La protagonista Jane non mi ha colpita in modo particolare, ma me lo aspettavo: sono troppo affezionata ad Anne Shirley, la bambina più famosa dell'autrice, e un personaggio come Anne è difficile da eguagliare.
Insomma, anche se non regge il confronto con la serie di Anne di Tetti Verdi né con il meraviglioso Il castello blu (che ho letteralmente adorato! Trovate la mia recensione qui, nel caso ve la foste persa :)) ), ma è una tappa immancabile nella personale riscoperta di un'autrice delicata ma a suo modo sovversiva, tutta da approfondire!

Titolo: Jane di Lantern Hill
Autrice: Lucy Maud Montgomery
Casa editrice: Jo March
N. pagine: 247
Prezzo: 14 euro

A presto :))